In Bulgaria e a Sofia è ammesso l'euro?

Il percorso politico dell’Unione Europea ha portato i paesi ad adottare la moneta unica, entrata in vigore nel 2001. Da quell’anno, in tanti Stati del vecchio continente è iniziato a circolare l’euro avvicinando i mercati dei differenti paesi e cambiando profondamente l’economia di alcuni stati. Non solo, nel corso del tempo anche altri Stati sono entrati a far parte dell’Unione, ma con alcune limitazioni.

Uno di questi Stati è la Bulgaria e non è accettato l’euro. Infatti, questo paese dell’est Europa è entrato nell’Unione Europa, ma ha ancora alcune limitazioni. Non fa parte dell’area Schengen, che permette la libera circolazione di merci e capitali ed è necessario rispettare le varie normative. Inoltre, in questo paese il costo della vita è più basso e l’adozione della moneta unica potrebbe nuocere all’economica interna, creando squilibri con l’attuale potere d’acquisto della moneta locale.

Si può pagare in euro a Sofia?

Ebbene no, in Bulgaria non è accettato l’euro ed è necessario cambiare la valuta dopo che si atterra con l’aereo. Questo non è un problema, perché ci sono molti posti dove poter cambiare l’euro con un tasso di cambio non eccessivo. La moneta che si utilizza in Bulgaria è il Leva e il rapporto con la nostra valuta è: 1 euro è pari a 1.95 leva.

Considerando che si può pagare molte cose con la carta di credito, è meglio avere del contante per eventuali spese improvvise e per pagare le piccole cose, come il caffè e i souvenir. Aspetta, ma che orario c’è a Sofia in Bulgaria? Il fuso orario è differente da quello italiano e le lancette dell’orologio sono spostate un’ora avanti rispetto all’orario della nostra penisola. Nulla di preoccupante, dato che il cambiamento dell’ora è quasi impercettibile.

Infine, se pensi di andare in vacanza a Sofia devi sapere che ci sono molte attrazioni turistiche, sia nella città, sia nelle aree intorno alla capitale.